Cosa succederà nei prossimi dieci anni in ambito Intelligenza Artificiale e Machine Learning?

Oggi vi presentiamo le previsioni di 7 esperti tech sul futuro di Intelligenza Artificiale e Machine Learning nei prossimi dieci anni: come cambierà la società con l’utilizzo dell’AI e quali ambiti applicativi saranno maggiormente influenzati? Secondo questi specialisti, da qui a dieci anni l’Intelligenza Artificiale sarà in grado di…

1. Aumentare la sicurezza
Secondo Nicholas Horbaczewski, CEO & Founder della Drone Racing League, i droni cambieranno il nostro modo di vivere. In qualche modo rappresentano in questo momento l’equivalente di ciò che potevano essere i telefoni cellulari negli anni ’90. I droni sono dispositivi capaci di trasportare oggetti in modo molto rapido e, soprattutto, sono in grado di volare. Che si tratti di consegnare pacchi, effettuare interventi di emergenza o trasportare urgentemente dispositivi sanitari, qualsiasi cosa diventerà immediata grazie ai droni. Horbaczewski li considera un elemento centrale nell’ambito della sicurezza: renderanno il mondo un luogo decisamente più sicuro grazie alla possibilità di ispezionare luoghi altrimenti difficili da raggiungere. I droni diventeranno parte integrante della nostra quotidianità e la modificheranno radicalmente, proprio come hanno fatto in passato gli smartphone e la diffusione di internet.

Intelligenza Artificiale

2. Generare nuovi servizi (e potenziali problematiche sociali)
Martin Ford, autore del NY Times, afferma che l’Intelligenza Artificiale migliorerà la nostra abilità di risolvere i problemi e di generare nuove idee. E’ probabile che nei prossimi dieci anni l’AI e la robotica saranno completamente integrate all’interno delle operazioni aziendali e che avranno un forte impatto sull’efficienza delle organizzazioni: nasceranno nuovi servizi e prodotti basati su AI e si creeranno nuovi consumatori e mercati. Allo stesso tempo però, la diffusione dell’Intelligenza Artificiale potrebbe eliminare alcuni impieghi lavorativi, automatizzandoli, e creare situazioni critiche in termini di privacy, sicurezza e applicazioni militari. Secondo Ford, tra dieci anni il dibattito sulle problematiche derivanti dall’applicazione di queste nuove tecnologie sarà centrale sia a livello politico che sociale.

3. Potenziare i business
Secondo Matthew Kamen, Vicepresidente della sezione Engineering di Foursquare, in questo momento le applicazioni di Intelligenza Artificiale sono “bloccate”, e si limitano a riprodurre ciò che gli esseri umani sanno già fare, o meglio, quello che gli esseri umani non hanno timore di far eseguire a una macchina. Da qui a dieci anni queste barriere di diffidenza nei confronti della tecnologia AI crolleranno progressivamente e la nostra dipendenza da algoritmi e macchine intelligenti crescerà. Kamen crede che le tecnologie AI porteranno un grande cambiamento nelle aziende e nello sviluppo di applicazioni orientate al consumatore, dando la possibilità a sviluppatori, analisti, marketer e molti altri di interagire con i propri utenti e comprenderli in modi che prima non erano possibili.

4. Migliorare l’assistenza sanitaria
Nel campo dell’assistenza sanitaria, in opinione di Serkan Kutan – CTO di Zocdoc, le macchine intelligenti potranno essere molto utili. Tanti medici lavorano troppo, non riescono a vedere tutti i pazienti e spesso non riescono a mantenersi aggiornati su nuovi studi e tecniche per mancanza di tempo. In questo senso, l’AI potrebbe rappresentare un valido supporto, soprattutto per quello che riguarda l’analisi dei dati dei pazienti e l’aspetto diagnostico. Le macchine, infatti, avrebbero un accesso rapido ed immediato ad un set di dati clinici molto più ampio e il medico, delegando questa parte del lavoro, avrebbe più tempo per interagire con i pazienti e migliorare i risultati.

5. Favorire la sostenibilità
Nikita Johnson, Founder di RE.WORK, dichiara che l’Intelligenza Artificiale avrà un serio impatto su ogni settore industriale e su ogni cosa che facciamo. Ad un livello più alto, in campi come la sostenibilità, i cambi climatici e le problematiche ambientali, AI e Machine Learning saranno in prima linea. Vi sono moltissime aree nelle quali le macchine possono dare supporto e creare dei miglioramenti, soprattutto se parliamo delle grandi sfide del nostro secolo, come l’urbanizzazione, la crescita della popolazione e l’energia. L’Intelligenza Artificiale potrà essere utilizzata, quindi, non solamente per migliorare la produttività dei business, ma anche per scopi più alti e significativi.

6. Renderci più intelligenti
John Stecher, Group Managing Director alla Barclays Investment Bank, è convinto che la potenza di calcolo aumenterà progressivamente, dandoci maggior potere nel creare i nostri modelli di Intelligenza Artificiale. Inoltre, la quantità di dati analizzati crescerà esponenzialmente e ci consentirà di monitorare più elementi sulle nostre piattaforme e nel mondo in generale.Combinando ciò con l’Intelligenza Artificiale, avremo la capacità di effettuare previsioni molto più intelligenti su eventi e comportamenti futuri e di formare sistemi di conoscenza e modelli più smart. Stecher pensa che le preoccupazioni di molti studiosi intorno al potere che potrebbe assumere l’AI siano infondate, poichè formare una piattaforma AI è come educare un bambino; se gli vengono insegnate le cose correttamente, come la differenza tra giusto o sbagliato, crescerà diventando un membro produttivo della società a cui importano le persone e il futuro, proprio come un essere umano.

7. Ispirare gli artisti
Stephanie Dinkins, Artista AI Transdisciplinare, pensa che in dieci anni gli algoritmi intelligenti faranno parte della maggior parte delle decisioni, piccole o grandi che siano, e gli artisti potrebbero essere coinvolti nell’Intelligenza Artificiale. Anche se quest’idea potrebbe rivelarsi scoraggiante, in realtà si tratta di iniziare a usare l’AI e di esplorare le sue potenzialità. Dickins incoraggia gli artisti a sfruttare l’AI per creare opere artistiche cariche di bellezza ed espressività, come farebbero con qualsiasi altro media. Dall’altro lato, non vorrebbe mai vedere la tecnologia trasformarsi in artista. L’AI deve essere considerata come uno strumento per accrescere il pensiero umano e sviluppare maggiormente la creatività, e non come un piegare la volontà degli esseri umani alle macchine. Secondo l’artista, il quesito che dovrebbero porsi gli sviluppatori di AI dovrebbe essere: come i sistemi di AI potranno essere usati per migliorare la produttività mantenendo un senso di civiltà e rispettando la diversità, la dignità e le differenze culturali umane?.

RICHIEDI UNA CONSULENZA GRATUITA
Parla con i nostri esperti

Nome e Cognome*
Indirizzo Email*
Numero Telefonico*
Di quale servizio hai bisogno?*
[recaptcha]
CONSULENZA
SUPPORTO H24
RISPARMIO
SLA 99.99%